MANIFESTA 12 - Biennale itinerante europea

Un progetto site-specific

Manifesta, la Biennale nomade europea, nasce nei primi anni ’90 e sin dall’inizio, si è caratterizzata come piattaforma per il dialogo tra arte e società in Europa, invitando la comunità culturale e artistica a produrre nuove esperienze creative nel contesto in cui si svolge.
Manifesta è stata fondata ad Amsterdam dalla storica dell’arte olandese Hedwig Fijen, che ancora oggi la guida.Il team di Manifesta 12 lavora dai suoi uffici di Amsterdam e Palermo, ed un ufficio di prossima apertura a Marsiglia. Il direttore generale di Manifesta 12 è Roberto Albergoni e la sua coordinatrice Francesca Verga.

Perchè a Palermo

La Città di Palermo è stata selezionata dal comitato di Manifesta per la sua rilevanza su due principali temi che identificano l’Europa contemporanea: migrazione e condizioni climatiche, e sull’impatto che queste questioni hanno sulle nostre città. Le diverse stratificazioni e la fitta storiografia di Palermo – occupata da diverse civiltà e culture con forti legami e connessioni con l’Africa del Nord e il Medioriente negli ultimi 2000 anni – hanno lasciato le loro tracce nella società multiculturale, localizzata nel cuore dell’area mediterranea.

Palermo crocevia del Mediterraneo 

Per ripensare a come gli interventi culturali possano avere un forte ruolo nell’aiutare a ridefinire uno dei più iconici crocevia del Mediterraneo. Avere Manifesta 12 a Palermo nel 2018 è un’opportunità fantastica per la città per rafforzare la sua identità locale e internazionale. É un’opportunità per l’Europa per apprezzare il significato della sua dimensione e identità Mediterranea e Mediorientale: Palermo porta Manifesta nel Mediterraneo e il Mediterraneo in Europa.

La storia e il carattere di Palermo

Questa città è un laboratorio ideale per re-immaginare, da una prospettiva mediterranea i valori europei che tutti condividiamo. La maggiore ambizione di Manifesta 12 è lavorare in modo interdisciplinare accanto alle comunità locali in modo da ripensare le infrastrutture architettoniche, urbane, economiche, sociali e culturali della città.

180 dimore e decine di esposizioni

Nell'estate del 2018, anche gli edifici storici abbandonati o gestiti da privati, un patrimonio di circa 180 dimore, ospiteranno decine di eventi culturali, mostre e concerti. Della straordinaria la  varietà e la quantità di eventi che si susseguiranno nell’arco dei prossimi mesi iniziano a essere conosciute le prime anticipazioni. Una manifestazione che a partire da aprile animerà la scena artistica palermitana sarà ad esempio Cassata drone.

Il Giardino Planetario​

E’ questo il titolo di questa edizione che a Palermo identifica due temi fondamentali per l’Europa contemporanea: migrazioni e condizioni climatiche.
 

Sono quattro le sezioni principali della proposta curatoriale:

Garden of Flows. si concentrerà sulla tossicità, sulla vita delle piante e sulla cultura del giardinaggio esplorandolo in relazione ai beni comuni globali, all’interno dell’Orto Botanico in Via Lincoln, 2 
Out of Control Room investigherà il tema del potere nell’attuale regime di flussi globali. La location di questa sezione verrà rivelata nei prossimi mesi.
City on Stage si rivolgerà alle opportunità esistenti nel centro e nelle periferie di Palermo per portare avanti progetti fin ora interrotti e mai realizzati. Collaborazioni produttive tra partner locali e stranieri con l’obiettivo di agire come catalizzatore verranno iniziate con l’obiettivo di poter dare l’avvio a iniziative a lungo termine in città.
Il Teatro Garibaldi ospita una biblioteca, uno spazio caffetteria e sarà una delle sedi del programma degli eventi pubblici, tra cui dibattiti, workshop e proiezioni cinematografiche. Via Teatro Garibaldi, 46-56. 

 

Quando
Manifesta 12 sarà a Palermo, dal 16 Giugno 2018 al 4 Novembre 2018. 
Per mantenersi informati sull’evoluzione della manifestazione ecco il sito di Manifesta.

 

 

Dove

Quando

16/06/2018 - 04/11/2018