Le Orestiadi di Gibellina

Il festival deve il suo nome all’Orestea di Eschilo, tragedia in cui il tema della volontà di riscatto viene trasposto al destino di Gibellina, città colpita nel 1968 da un terribile terremoto poi rinata da un’idea visionaria.

Nato 37 anni fa
Per celebrare la rifondazione della città, Ludovico Corrao ripropese allora di recitare l’Orestea nel “siciliano poetico” ideato da Emilio Isgrò. Quella del 2018 sarà un’edizione all’insegna del ricordo, con la partecipazione di artisti quali Alessandro Haber, Stefano Accorsi, Marco Baliani, Silvia Ajelli, Emilio Isgrò, Francesca Benedetti, Paolo Briguglia, Filippo Luna, Vincenzo Pirrotta, Claudio Gioè e Leo Gullotta che, attraverso i temi della memoria, del racconto, della storia, guideranno il pubblico nei cinquant’anni dal terremoto del 1968, con spettacoli, progetti e performance che si susseguiranno nell’arco di un mese all’interno della suggestiva cornice del Baglio di Stefano e del Cretto di Burri. 

L’edizione 2018 e l’arte contemporanea
La Lunga Notte del contemporaneo è il grande evento d’apertura che sabato 7 luglio: vedrà protagonisti Alessandro Haber e Mario Bellavista, Gianni Gebbia e Giovanni Scarcella, Igor Scalisi Palminteri e Angelo Sicurella, la Compagnia Franco Scaldati. Quattro le performance inedite costruite per Gibellina: si tratta di Beat, Gold, 300 Grammi e Il corpo nostro è simile ad un guardino. L’8 luglio sarà la volta di Giocando con Orlando – Assolo, riadattamento dall’Orlando Furioso diretto da Marco Baliani e interpretato da Stefano Accorsi. Sarà di scena il 15 luglio Emilio Isgrò con La Gibella del martirio, letto dal suo autore e da Francesca Benedetti, già protagonista della prima messa in scena, con musiche originali di Vincenzo Pennisi.

Le arti visive
Il programma delle Orestiadi si completa con le iniziative legate alle arti visive a cura del Museo delle Trame Mediterranee. Si tratta di Trasversalità dello spazio costruito in collaborazione con l’Università dei Paesi Baschi è visitabile sino al 15 luglio.
Growing a Language, fino al 2 settembre: è una proposta transdisciplinare di Collective Intelligence, di cui fanno parte artisti attivi in Finlandia e in Germania. Il progetto comprende una mostra, una serie di performances e una residenza artistica a Gibellina e nel territorio circostante.

Gibellina (TP)  

Dal 7 luglio all’11 agosto

Festival delle Orestiadi

Baglio di Stefano – Cretto

www.fondazioneorestiadi.it

Dove

Quando

07/07/2018 - 11/08/2018