Farm Cultural Park

“Andrea e Florinda hanno avuto il coraggio di investire in una città come Favara.” - Rosario Castellana

Stupire era tra i propositi di Andrea Bartoli e Florinda Saieva, quando nel 2010 hanno aperto il primo parco culturale made in Sicily, a Favara, oggi meta di artisti da tutto il mondo e seconda attrazione turistica della provincia di Agrigento.

Farm Cultural Park, il primo parco culturale della Sicilia, creato nel 2010 da Andrea Bartoli e da sua moglie Florinda Saieva, è uno spazio rivoluzionario, dirompente, dall’impatto sconvolgente, che porta a rimettere in discussione tutte le coordinate con cui fino a quel momento avevate pensato i luoghi.

Per anni Andrea e Florinda hanno viaggiato il mondo, poi hanno deciso di investire nel paese d’origine di lei, a Favara, in un quartiere ormai abbandonato, u curtigliu di setti curtiglia. Perché succede sempre così: proprio quando si crede che non ci sia più niente, all’improvviso compare qualcosa.

Farm Cultural Park è uno spazio d’arte urbana e contemporanea, di cultura e architettura, con residenze per artisti e food corner, per contenuti che cambiano in continuazione, grazie a incontri e collaborazioni con scuole, università, laboratori, con un piede sempre lì e l’altro nel mondo. Nel giro di poco tempo ha generato sul territorio quasi 150 posti di lavoro e ad oggi continua ad attirare più di 120 mila visitatori all’anno; basti pensare che in provincia di Agrigento è diventato la seconda meta turistica, di fronte ad una Scala dei Turchi o Valle dei Templi che sono la prima attrazione, ma con ben 25 secoli di storia alle spalle. Perché Farm propone un presente e un futuro in un passato le cui tracce sono ancora molto forti.

Questa non è che l’ennesima conferma che la rigenerazione urbana in corso in Sicilia parte prima di tutto dalle persone che la vivono, più che dagli enti che la comandano; in particolare da alcuni illuminati come Andrea e Florinda che stanno cercando, non senza difficoltà, di illuminare anche gli altri. Perché abitare significa stare in uno spazio che non ignora i suoi abitanti, ma anzi, carica le cose e i muri di senso ai loro occhi.

Ideale per

Tutti coloro che vogliono conoscere la Sicilia contemporanea e le sue nuove forme artistiche di riappropriazione urbana.

Di cosa hai bisogno:

Una macchina fotografica!

Chi incontrerai:

Andrea Bartoli e Florinda Saieva e gli altri protagonisti di questa esperienza come Rosario Castellana, esperto in comunicazione; artisti all’opera; la pasticcera Eleonora Cavaleri.

Dove

Durata

1.30h

Quando

  • Martedì: 10:00 - 18:00
  • Mercoledì: 10:00 - 18:00
  • Giovedì: 10:00 - 18:00
  • Venerdì: 10:00 - 18:00
  • Sabato: 10:00 - 18:00
  • Domenica: 10:00 - 18:00

Incluso

Visita guidata, biglietto

Non incluso

Trasporti